Monthly Archives: novembre 2015

EDUCHIAMO ALLA DIVERSITÀ: IL PRIMO MEETING DI “OTHERNESS”

Category : Notizie

Il Centro per lo Sviluppo Creativo Danilo Dolci è partner del nuovo progetto OTHERNESS, coordinato dalla fondazione bulgara Prosveta-Sofia e con partner l’Istituto Politecnico di Santarém (Portogallo) e il Centro di Educazione Non Formale AENAO (Grecia).

Il progetto mira a supportare gli studenti in età adolescenziale e pre-adolescenziale ad avere una mentalità aperta, a comprendere e rispettare l’altro, il diverso da noi e ad apprezzarlo come una ricchezza.

Per farlo, il progetto mira ad elaborare degli strumenti formativi a supporto degli insegnanti, tra cui un manuale che raccoglierà attività non-formali e risorse digitali per educare i ragazzi ai temi della diversità, dei diritti umani, del dialogo interculturale e della cittadinanza attiva.

Nove insegnanti per Paese verranno formati per il trasferimento di queste risorse nelle loro classi, che avverrà durante il prossimo anno scolastico 2016/2017.

I partner del progetto si sono incontrati lo scorso 29 e 30 ottobre nella bellissima città di Sofia per dare il via ufficiale al progetto, stabilire insieme alcuni aspetti organizzativi e metodologici e concordare le prossime tappe da compiere.

Nelle prossime settimane, in ognuno dei 4 paesi partner, verranno selezionate tre scuole nelle quali a tre classi per scuola verrà somministrato un questionario per valutare il grado di accettazione della diversità da parte degli studenti. In seguito, verrà avviata una ricerca per comprendere quanto il tema della diversità e dei diritti umani è presente nei materiali scolastici e in quelli formativi per insegnanti. Sulla base di questi dati verranno elaborati e poi testati gli strumenti formativi a disposizione degli insegnanti per educare i propri studenti ad essere cittadini europei consapevoli, rispettosi, pronti all’accoglienza e alla comprensione dell’altro.

I partner si incontreranno nuovamente il prossimo Febbraio 2016 in Grecia, per discutere dei risultati della fase preliminare – sondaggio agli studenti e ricerca – e sulla base di questi, stabilire come impostare l’elaborazione degli output del progetto – manuale e strumento digitale.

Il progetto avrà la durata di 3 anni ed è finanziato dal programma Erasmus+, Azione Chiave 2 – Partenariato Strategico nel settore dell’istruzione.